Ai Docenti

Ai Genitori

Agli Studenti

 

Oggetto: Registro Elettronico e Didattica a Distanza

In data 05/03/2020 è stata pubblicata sul sito della scuola la comunicazione relativa all’ “Ottimizzazione dell’utilizzo del registro elettronico” (Prot.01679).

La sospensione delle attività didattiche in tutte le scuole del Paese fino al prossimo 3 aprile richiede il protrarsi e l’intensificazione della didattica a distanza.

La scelta di utilizzare il registro elettronico come strumento di una didattica “a distanza” è stata dettata dalla volontà di contemperare più esigenze: favorire la continuità del rapporto con gli studenti, rispondere alle esigenze di famiglie e studenti,  dare applicazione alle indicazioni provenienti dal Ministero dell’Istruzione, dall’ USR per la Campania e dalla Regione Campania, ma nel contempo non sovraccaricare i docenti imponendo un uso dello strumento informatico che esuli da quello scelto con apposita delibera del Collegio dei Docenti. Inoltre, si è tenuto presente che anche fra gli stessi studenti alcuni  non sono dotati di pc ed usano soltanto il telefono cellulare con collegamento Internet.

All’analisi di tutti questi elementi si è individuato, dunque, per la didattica “a distanza”, il registro elettronico come strumento che risulta ormai collaudato ed utilizzato da tutti.

Cosa si intende per “ottimizzazione” dell’utilizzo del registro elettronico Argo in uso?

Il registro elettronico prevede l’uso di numerose funzioni e collegamenti a link, app e piattaforme didattiche che possono attualmente essere utili, finalizzandole ad una proficua didattica a distanza che, sebbene non possa sostituire la didattica in presenza, impedita dallo stato di emergenza epidemiologica da Covid-19, costituisce al momento l’unico modo per mantenere il contatto tra scuola e studenti, per fornire indicazioni di studio, sollecitare l’apprendimento, sostituire l’isolamento forzato con il collegamento alla comunità di cui facciamo parte e che è la nostra scuola.

Nella circolare del 05/03/2020, in primis e con la necessaria evidenza, si è voluto sottolineare la posizione assunta a difesa della peculiarità del rapporto docenti-alunni che non può essere ridotto a modalità che non tengano conto di tutto quello di cui si nutre e che ne costituisce il vero valore. Quindi si è inteso mantenere il rapporto docenti-alunni favorendo una continuità, senza voler operare una reale sostituzione delle modalità ritenute imprescindibili.

Lo scenario generale, però, è rapidamente cambiato, l’incertezza regna diffusa, il prossimo futuro non appare chiaro. Potrebbe verificarsi, quindi, la necessità di dover far fronte a situazioni diverse, oppure ad un protrarsi nel tempo dell’attuale.

Per tale motivo è di fondamentale importanza che si applichi la direttiva contenuta nella circolare Prot. 1679 del 05/03/2020 e si dispone, quindi, che tutti i docenti procedano ad utilizzare il registro elettronico, senza trascurare la ricerca e l’analisi di eventuali strumenti alternativi e/o aggiuntivi (che già attualmente sono autorizzati in aggiunta al registro elettronico e con la dovuta informazione a questa dirigenza), per essere in grado anche di avanzare proposte da condividere con i colleghi, in quell’attitudine alla sperimentazione ed alla condivisione che costituisce un tratto peculiare del corpo docente del Liceo “F. Sbordone”, sin da quando si chiamava “XI Liceo Scientifico”.

Tutti i docenti, gli studenti e le famiglie, pur nel rispetto della privacy e della libertà d’insegnamento, sono chiamati a realizzare una costante ed efficace rete di interazione tramite gli strumenti forniti dal registro elettronico Argo e/o ad esso collegati. Si ribadisce che, accedendo a www.portaleargo.it, sono presenti le informazioni ed i relativi tutorial per utilizzare agevolmente tali strumenti ed opportunità.

La partecipazione attiva e responsabile a questa rete didattica costituisce un’importante funzione di impegno, coesione e inclusione che contraddistingue il mondo della scuola e la società civile.

Anche in questa modalità si realizza il compito formativo ed educativo della scuola, cercando di trasformare lo smarrimento e il cambiamento in opportunità di crescita responsabile degli studenti e l’incremento di didattiche innovative.

Il DS ha costantemente verificato le attività presenti in “bacheca”- che costituiscono l’espressione della applicazione responsabile di quanto prescritto dal Governo e dal Ministero dell’Istruzione – e continuerà a farlo, nel proprio ruolo di garante dell’unitarietà di questa “comunità educante” e della parità fra tutti gli studenti.

L’Area Amministrativa e la Presidenza sono presenti a scuola ed è sempre possibile, quindi, ricevere informazioni e restare in contatto.

Il Dirigente Scolastico
Prof. Maria Antonella Caggiano

Comunicazione Registro Elettronico e Didattica a Distanza