Agli Studenti ed alle Famiglie

Saluti di inizio dell’anno scolastico

Inizia il nuovo anno scolastico.

Abbiamo lavorato molto, e molto intensamente, per garantire che questo nuovo inizio avvenisse con tutte le garanzie per la sicurezza di studenti e personale.

Non sono mancate critiche ed addirittura offese da parte di quei pochi che, ignorando – o fingendo di ignorare – le serie motivazioni per le scelte che si erano rese necessarie, hanno approfittato delle difficoltà  createsi per porre in atto lo sporco lavoro che caratterizza, ahimè, una malintesa visione della piccola politica locale e per costruirsi una visibilità, addirittura alterando i fatti.

Non è mancato, però, il sostegno di tanti che, senza desiderare di mettersi in mostra, hanno supportato l’azione e lo sforzo della nostra scuola, teso ad offrire garanzie di sicurezza per tutti, nella necessità dettata da questa particolare contingenza.

Abbiamo ottenuto, nel rispetto del dialogo istituzionale, quello che avevamo richiesto, ed adesso siamo certi di poter ricominciare con le dovute sicurezze: ovviamente, secondo le possibilità che in questo momento ci vengono date.

L’impegno del governo si è palesato con l’invio di gel igienizzante e mascherine: queste ultime verranno distribuite agli studenti il primo giorno di scuola, con le modalità che verranno indicate in apposito avviso. Al momento non sono stati consegnati i banchi.

Si ribadisce, come già in tutte le sedi, che soltanto l’azione messa in campo dalla scuola ha ottenuto l’ eliminazione delle difficoltà che avrebbero impedito l’accesso degli studenti in sicurezza. È stato il frutto del nostro impegno diuturno.

L’attenzione di cui nostro malgrado siamo stati oggetto fa riflettere e, anche, porsi qualche domanda: dove si trovavano queste persone quando si sono posti all’attenzione pubblica (con articoli giornalistici) i problemi che esistevano? Perché non hanno offerto in quel momento il proprio contributo a sostegno dell’azione della scuola? Perché si è consentito che persone estranee alla scuola si rendessero presenti? Eppure sarebbe stato tanto facile intuirne le intenzioni, che nulla a che fare hanno con il vero e sostanziale interesse della scuola, che deve rimanere al di là delle strumentalizzazioni.

Si ringraziano tutti coloro che hanno fatto pervenire il loro sostegno e, adesso, continuano a far presente la propria condivisione di quanto fatto dalla scuola.

Con il bagaglio di questa esperienza  e con la garanzia della sicurezza acquisita per tutti ci accingiamo ad un nuovo inizio. Possiamo affermare che non ci sarà bisogno dei sacrifici che alcuni pure si dicevano pronti a fare (turni con orari oltremodo impegnativi, addirittura qualcuno si diceva pronto, con spirito di abnegazione, ma certamente in maniera iperbolica, anche a turni … “notturni”!). L’organizzazione della didattica si baserà sulla disponibilità delle aule che man mano saranno liberate dai lavori, utilizzando nella maniera più opportuna la didattica in presenza e la Didattica Digitale Integrata, nel pieno rispetto di quanto prescritto in merito al distanziamento fra le persone.

Sono stati messi a punto i protocolli per la sanificazione, per le modalità di accesso, per l’ acquisizione di documenti e verifiche. Sono stati approntati anche protocolli che stabiliscono i comportamenti a cui dovranno attenersi i Docenti, il personale non docente, gli studenti, le famiglie, tutti quelli che avranno accesso alla scuola.

A voi studenti ed a voi famiglie si richiede di rispettare tutto quanto serve a garantire la sicurezza di tutti e di ciascuno: è questo il compito che vi riguarda e di cui, certamente, comprendete l’utilità e la necessità.

Per ogni chiarimento gli Uffici sono disponibili, secondo le modalità già collaudate e che vengono ribadite.

Tutte le comunicazioni ufficiali – che restano le sole attendibili – saranno sempre pubblicate sul Sito Web della scuola.

Buon anno!

                                                     Il Dirigente Scolastico

Prof. Maria Antonella Caggiano